Presentazione progetto In@BILE. Protesica e Tecnologie Assistive open-source

Pubblicato il 3 dicembre 2019 • Scuola

Protesica e Tecnologie Assistive open-source nell'ambito del programma di creazione nel territorio del Sulcis-Iglesiente di ambienti di apprendimento innovativi per la creazione di Scuole di Eccellenza.

Il giorno 29 Novembre alle ore 10.00 presso il Teatro Electra di Iglesias, nell'ambito delle attività divulgative del Festival Scienza di Iglesias, si è tenuta una conferenza per la presentazione del progetto “Scienza è cultura...dell'inclusione: in@BILE - Protesica e Tecnologie Assistive open-source”.

Il progetto avviato grazie ai fondi finanziati nell’ambito del Piano Sulcis gestiti dalla Provincia del Sud Sardegna, presentato dal Prof. Lumini, nasce dalle ricerche didattiche sviluppate in questi ultimi anni presso il presso il FABNAT14, uno dei pochissimi maker-space didattici presenti sul territorio sardo e dalle esigenze di offrire agli studenti del triennio Biomedico una formazione al passo con i tempi.

Al cospetto di un folto gruppo di studenti provenienti dalla scuola media inferiore “E.d'Arborea” di Iglesias e dal Liceo Amaldi di Carbonia, il relatore, coadiuvato dal maker sassarese Giovanni Paolo Masia, fondatore con Stefania Merella del MemaLab ed esperto in Interection&wearabile technology design e da alcune studentesse che frequentano il triennio Biomedico all'Asproni, ha illustrato attraverso suggestivi immagini e filmati, le potenzialità che la tecnologia della prototipazione e della manifattura digitale offrono per lo sviluppo di progetti protesici e di tecnologia assistiva opensource.

Questo Laboratorio potrebbe divenire, anche attraverso il progetto proposto, un centro territoriale di innovazione, aperto alla collaborazione con altre scuole, Università, reti di associazioni, enti ed esperti nel campo della protesica opensource più all'avanguardia, per cercare di svolgere concretamente un importante ruolo di ricerca e sviluppo in un settore in crescita che potrebbe offrire competenze e conoscenze spendibili nel mondo del lavoro della Ingegneria Protesica e delle Tecnologie Assistive.

Il FabLab del Liceo Asproni di Iglesias è un laboratorio attrezzato con stampanti 3D, scanner 3D, lasercut e altre macchine CNC, realizzato a partire dal 2017 grazie ai fondi finanziati nell’ambito del Piano Sulcis e gestiti dalla Provincia del Sud Sardegna, per il programma di creazione nel territorio del Sulcis-Iglesiente di ambienti di apprendimento innovativi per la creazione di Scuole di Eccellenza.

Queste nuove tecnologie e ricerche di manifattura digitale, che faticano ad essere divulgate tra i banchi scolastici e al grande pubblico, si stanno sviluppando in maniera virale nel mondo grazie alla condivisione online di progetti e strumenti.

Essi portano il nome di en@ble, open-bionics, TOM-Tikkun Olam Makers,  WASP orthopedics per citare i più famosi.

Nell’Istituto asproni di Iglesias da anni, sono attivi progetti di ricerca e di formazione che operano in settori di grande interesse attuale come la Biomimetica e la Bionica, che si studiano e si applicano dal 1996 nel laboratorio BIONIKONLab.

6
Allegato formato JPG
Scarica
5
Allegato formato JPG
Scarica
4
Allegato formato JPG
Scarica
3
Allegato formato JPG
Scarica
2
Allegato formato JPG
Scarica
1
Allegato formato JPG
Scarica